Come scegliere scarpe, calzini e accessori da trekking

My guide to choose mountain clothing

La guida per muovere i tuoi primi passi in montagna e tra le corsie dei negozi sportivi.

Se sei alle prime armi con le escursioni, è probabile che tu abbia provato a farne qualcuna con l’abbigliamento che avevi in casa. 

Avrai forse recuperato la tuta delle superiori. Ti sarai domandata/o se gli scarponi tipo Timberland possono andare bene sui sentieri. Oppure avrai guardato le tue Converse All Star e pensato “Mi avete già accompagnato ovunque, potete affrontare anche questa.” (Eccomi!)

Hai insomma messo in atto la filosofia Friulana per eccellenza “Cumbinin!” (tradotto “In qualche modo ce la faremo”). Che è un’ottima filosofia di vita, ma un po’ meno azzeccata quando si va in montagna.
Fusine Lakes and Rifugio Zacchi, Friuli-Venezia Giulia, Italy

Ebbene sì, questa sono io nel 2016 durante l’escursione che mi ha fatto innamorare delle montagne. Come puoi vedere, ho esattamente l’abbigliamento da tipica cittadina che ha perso la strada sulla via delle Terme.

Fatto sta, che conciata in quel modo sono arrivata fino al Rifugio Zacchi. Mentre tornavo alla macchina ho deciso che le montagne mi piacevano e che quindi dovevo assolutamente procurami abbigliamento adeguato.

Il giorno dopo è iniziata la mia relazione con Decathlon.
Non avendo nessuno che poteva consigliarmi, ho comprato alla cieca. Nel mio carrello sono finiti tanti Primo prezzo tecnico perché non volevo spendere un patrimonio prima di essere sicura che la mia fosse una passione duratura e non un fuoco di paglia.

Quando ho conosciuto Stefano ero ormai sicura di amare le montagne, le escursioni si sono moltiplicate e non tutto l’abbigliamento che avevo acquistato all’epoca era più sufficiente.

Non nascondiamoci dietro ad un dito: l’abbigliamento tecnico costa. Ma anche fare l’acquisto sbagliato può costarci caro. In alcuni casi acquistare subito il capo giusto è la scelta migliore. Spendere di più per spendere meno.

Io avrei voluto qualcuno che mi spiegasse subito tutte queste cose. Se anche tu non hai un supporto psicologico per gli acquisti, considera The Writer’s Mountain Hut il tuo gruppo (baita) d’aiuto.

Se non sai da che parte iniziare, considera anche i tuoi acquisti come una scalata, dal basso verso l’alto.

Come scegliere le scarpe da trekking

Mia nonna lo diceva sempre “Quant che tu stâs ben cui pîs, tu stâs ben pardut” (quando stai bene con i piedi stai bene ovunque). E aveva ragione. Con la scarpa sbagliata siamo azzoppati ancora prima di incominciare.

Ecco da dove sono partita. Otto mesi dopo la prima escursione con Stefano, ero pronta per il mio primo acquisto importante: le scarpe.

Hai letto bene, ho comprato un paio di scarpe da trail running e non scarponi.
Perché? Perchè se non fai ghiaioni e ti limiti ai sentieri nel bosco e/o alle strade forestali le scarpe da trail running sono più che sufficienti. La tecnologia con cui sono costruite le rende ugualmente aderenti ma più comode e pratiche. Se poi le scegli in Goretex, avrai anche il piede asciutto.

Qual è la marca di scarpe migliore?

Non esiste una marca migliore in assoluto. Diffida di chi ti consiglia una marca specifica (soprattutto se ha qualche sposorizzazione attiva con qualche brand). La Sportiva, Salewa, CMP, Scarpa, Salomon ecc. sono tutte marche valide ma ognuno ha il piede fatto in modo diverso, quindi devi scoprire la marca giusta per la tua anatomia.
Vai in un negozio con ampia scelta, personale competente che sappia consigliarti e prova i diversi modelli. Come ci insegna Cenerentola, quando troverai la scarpa giusta per te lo capirai e non l’abbandonerai più.

Personalmente, salvo futuri cambiamenti di design, vado sul sicuro con La Sportiva.
In quel pomeriggio d’agosto ho sfinito il commesso e provato metà negozio ma nessuna scarpa era paragonabile alla comodità che sentivo con le Akyra GTX.
Ci sto così bene che lo scorso autunno, grazie ad una promozione, ne ho addirittura comprato un altro paio. Ora uso le prime per camminare o correre nei campi dietro casa, mentre salvo la suola delle seconde per le camminate in montagna.

Marca confermata anche con per gli scarponi che ho acquistato a gennaio. Non sono economici ma la comodità si paga (se sei iscritta/o al CAI e avete gli sconti un po’ meno)
Comunque ripeto, questo è il mio piede e la mia marca, devi trovare la combinazione giusta per te.
Anche Stefano in montagna ha solo calzature firmate La Sportiva.

Si nota la differenza con scarpe da trekking di fascia prezzo inferiore?

Prima delle Akyra avevo solo gli scarponi che hanno affrontato molte avventure. Non posso dirmi di essermi trovata male, ma ora che faccio escursioni più difficili e con più frequenza mi sento più sicura. Se ne hai la possibilità le scarpe sono un investimento da fare subito.

Le scarpe che ASSOLUTAMENTE non devi indossare in montagna

Le Converse, le Adidas Superstar, le Vans ecc. NON sono scarpe da montagna.
Non lo sono nemmeno le Hogan o simili.
Neppure i sandali gioiello.Qualsiasi cosa con il tacco va usata per l’aperitivo in centro e non sui sentieri.
I doposcì servono per tenere caldi i piedi “dopo lo sci” mentre bevi il bombardino nel rifugio a fondo pista. Sui sentieri sono inutili e pericolosi.
Gli UGG sono nati in Australia come scalda muscoli per i surfisti. Vuoi davvero usarli in montagna con la neve e il ghiaccio?

Calzini da trekking, vale la pena spendere?

Avere una buona scarpa ti permette di volare basso con i calzini. Al momento ho un solo paio di calzini di marca che sono più veloci ad asciugarsi e leggermente più traspiranti. Per il resto uso ancora il primo prezzo tecnico Decathlon estate e inverno! 
Anche se di Decathlon sceglili tecnici perché sono i tuoi alleati contro le vesciche.
Come vedremo anche in altre guide, il COTONE è BANDITO.

Meglio comprare le ciaspole o i ramponcini? 

Se in inverno il codice della strada impone di avere le catene a bordo, perché per i tuoi piedi dovrebbe essere diverso?

Se sei in dubbio tra comprare le ciaspole o un paio di ramponcini come si deve, scegli i secondi. Senza neve le ciaspole sono inutili, i ramponcini invece tornano sempre utili. Soprattutto con quello strato di ghiaccio che sembra dirti “Vediamo se riesco a farti prendere una bella botta all’osso sacro.”

Anche la scelta dei ramponcini deve essere pensata. Scegli un paio del genere.

Ne esiste anche una versione antiscivolo che però non ti aiuterà sui sentieri. Un paio di ramponcini del genere costa circa 30€. Per farti capire l’importanza di questo accessorio, i ramponcini sono stati il primo regalo che mi ha fatto Stefano.

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a leggere qui.

Come-riempire-lo-zaino_evi

Come riempire lo zaino da trekking

Come riempire lo zaino da trekking? Qual è la tecnica giusta per sistemare le cose al suo interno? Esiste qualche trucchetto? Cosa proprio non può mancare? Le risposte in questo…
Come-scegliere-lo-zaino

Come scegliere lo zaino da trekking

Quando siamo in montagna lo zaino diventa la nostra casa. Come sceglierlo al meglio? Per rispondere mi sono fatta aiutare da Matteo del Cityalps store di Udine.
abbigliamento-pantaloni

Come scegliere pantaloni e intimo da trekking

I pantaloni e l'intimo da trekking devono assecondare tutti i nostri movimenti. Devono garantire comodità e impermeabilità. Vale la pena spedere qualche soldino in più? Ecco la mia personale esperienza.

6 Comments

Gianluca Brescia · Aprile 19, 2021 at 3:06 pm

Molto interessante l’articolo. Ciao 🙂

Gianluca Brescia · Aprile 19, 2021 at 3:06 pm

Molto interessante l’articolo. Ciao 🙂

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *