Se il pesto fosse nato in Friuli

pasta-pesto-sclopit

In Friuli Venezia Giulia diciamo sempre “Ognun al bale con so agne” che letteralmente significa “Ognuno balla con sua zia”, ma che nella realtà vuol dire che ognuno deve arrangiarsi con quello che ha.

Sclopit, Silene Vulgaris, il re delle erbe di primavera dei campi in Friuli Venezia Giulia

La tradizione culinaria del Friuli Venezia Giulia è figlia delle invasioni da nord e di un territorio dove piove spesso. Il pesto classico con il basilico quindi, qui non è di casa. Anche se sono la prima a prepararlo in estate, di certo non è frutto delle nostre abitudini.

In compenso in primavera i campi si popolano di erbe selvatiche commestibili. La cucina primaverile profuma di tarassaco, aglio orsino, ortiche, menta, erba cipollina e ovviamente lui, il re delle campagne friulane, lo Sclopit (Silene Vulgaris). Frittate, risotti, ravioli si tingono di verde e regalano sapori unici.

Sclopit, Silene Vulgaris, Maidentears

Da noi lo sclopit è così amato da essere venduto anche nelle grosse catene di supermercati. Di solito lo si consuma cotto (ad esempio come ripieno nei cjarsons), ma l’altro giorno, aprendo il frigo mi sono detta: perché non farlo diventare un pesto? Ovviamente in frigo avevo anche il Montasio..

Ecco quindi com’è nato il mio pesto di Sclopit e Montasio.

Un sugo unico per condire pasta o bruschette.

Di seguito la ricetta.

Ingredienti per due persone:

  • 25 gr di foglie di sclopit
  • 50 ml di olio d’oliva
  • 20 gr di parmigiano o grana
  • 30 gr di Montasio stagionato
  • 10gr di pinoli o mandorle
  • ½ spicchio d’aglio
  • 1 pizzico di sale grosso

Pesto-sclopit-ingredienti

Preparazione del pesto di Sclopit

Cura lo sclopit eliminando i gambi. Lava le foglie e lasciale scolare. Nel frattempo, tritare il mezzo spicchio d’aglio con qualche grano di sale grosso. Aggiungi le foglie di sclopit con un paio di cubetti di ghiaccio (per mantenere il sugo bello verde) e mixa.
Unisci i pinoli o le mandorle e continua a tritare, poi aggiungi anche i formaggi.
Come ultima cosa amalgama il composto con l’olio d’oliva fino ad ottenere una crema.

Pesto-sclopit

Puoi usare il sugo subito per condire un piatto di pasta corta (io ho usato questa). Se vuoi dare più croccantezza al piatto puoi aggiungere qualche cubetto di speck abbrustolito.

pasta-pesto-sclopit

Conservazione del sugo: 2-3 gg in un contenitore ermetico in frigorifero con sopra uno strato d’olio. Io preparo sempre qualche porzione di pesto allo Sclopit e montasio in più e lo conservo in freezer per avere sempre una scorta di primavera.

Buon appetito!


9 Comments

Nautilus · Maggio 17, 2021 at 2:40 pm

Ho sentito che Silene vulgaris è commestibile, ma in realtà non l’ho mai vista come cibo.
In rumeno si chiama “gușa porumbelului” (= “il gozzo del piccione”) 🙂

    eskodermaz · Maggio 17, 2021 at 6:23 pm

    Che bello leggere i diversi nomi! 😍 in primavera le campagne vengono invase dalle persone che lo raccolgono! Qui si usa soprattutto per risotti e frittate☺️

Nautilus · Maggio 17, 2021 at 2:40 pm

Ho sentito che Silene vulgaris è commestibile, ma in realtà non l’ho mai vista come cibo.
In rumeno si chiama “gușa porumbelului” (= “il gozzo del piccione”) 🙂

    eskodermaz · Maggio 17, 2021 at 6:23 pm

    Che bello leggere i diversi nomi! 😍 in primavera le campagne vengono invase dalle persone che lo raccolgono! Qui si usa soprattutto per risotti e frittate☺️

Lucio Campiani · Maggio 17, 2021 at 5:31 pm

In Emilia Romagna si chiamano Strigoli (Stridoli), e aggiunti ad un sugo di pomodoro e piselli (o altro, a piacere) sono molto buoni. Grazie per la proposta tipo pesto. ^_^

Lucio Campiani · Maggio 17, 2021 at 5:31 pm

In Emilia Romagna si chiamano Strigoli (Stridoli), e aggiunti ad un sugo di pomodoro e piselli (o altro, a piacere) sono molto buoni. Grazie per la proposta tipo pesto. ^_^

    eskodermaz · Maggio 17, 2021 at 6:24 pm

    Consiglio da provare! Qui non lo si abbina mai a pomodoro o piselli! 🙌🏻

      Lucio Campiani · Maggio 17, 2021 at 6:34 pm

      Anche un sugo rosso di stridoli e pancetta con cui condire un piatto di tagliatelle. Il sapore è particolare, ma buono. 😉

      Lucio Campiani · Maggio 17, 2021 at 6:34 pm

      Anche un sugo rosso di stridoli e pancetta con cui condire un piatto di tagliatelle. Il sapore è particolare, ma buono. 😉

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *