Il passo del vento by Mauro Corona & Matteo Righetto

English version below

È affascinante il modo in cui i libri hanno il potere di raggiungerci nel momento opportuno come se un filo invisibile li legasse a noi. Alcuni di questi fili li afferriamo a mani giunte non appena li vediamo scorrere davanti a noi, altri ci vengono posati in grembo dal fato.

È Successo questo con Il Passo del Vento, il Sillabario Alpino redatto a quattro mani da Mauro Corona e Matteo Righetto. Mia mamma è forse tra le poche persone rimaste a prendere i libri in biblioteca. Il passo del vento è uno dei suoi prestiti attivati a me per gentile concessione della bibliotecaria di quartiere che mi conosce sin da bambina.

Secondo l’enciclopedia Treccani, il sillabario è il primo libro che si mette in mano al fanciullo per insegnargli a leggere e si chiama così perché è fondato sul presupposto didattico che occorra partire dalla sillaba per formare la parola.
Questo che è un sillabario alpino si propone di suddividere l’esperienza della montagna affinchè i più o meno fanciulli possano, tramite esso, imparare a leggere le trame dalla natura alpina.
Ogni lettera dell’alfabeto evoca parole che esprimono suoni, profumi, ricordi, storie. Si parte dalla A di abete per finire con la Z di zuppa. E tramite queste la montagna, le terre alte, si dispiegano davanti agli occhi fanciulleschi e vergini di chi certe emozioni non le ha mai vissute. Coloro che invece in montagna bazzicano parecchio, ritrovano nel sillabario qui sentimenti unici e al contempo universali che accompagnano ogni istante passato tra il cielo e la nuda roccia. Ogni poetico dettaglio è un rimando ad esperienze personali, ricordi, vittorie e sconfitte, momenti di gioia e di paura. Un libro che esorta a peregrinare per riscoprire se stessi.

Mauro è da molto tempo presente nella mia libreria. Conosco il suo stile e le sue parole. Nel tempo, il mio rapporto nei suoi confronti è cambiato. Ricordo la prima lettura de “Il volo della Martora”, ero stranita, incuriosita e al tempo stesso distaccata da quel mondo rustico e rurale che descriveva. Io ero la cittadina. Io guardavo le montagne da lontano, affacciandomi dal balcone del mio appartamento di Udine. Poi il confine tra ma e Mauro si è assottigliato, i miei pensieri si sono dapprima affiancati ai suoi per poi combaciare quasi interamente.

È la prima volta invece che ho il piacere di leggere Matteo Righetto. Devo ammettere però che è proprio con lui che mi sono ritrovata a condividere la maggior parte delle sensazioni.
Sue le parole del sillabario che più spesso mi tornano in mente proprio quando mi trovo tra le montagne.

B come Bosco perché nel il bosco è la cura di ogni male. Un luogo di intimità emotiva a raccoglimento meditativo.

F come Fatica. L’anticamera dell’autostima e della dignità.

L come Libro. Quei libri che non si possono comprare e per leggerli bisogna conquistarseli col sudore e la fatica. Sono i libri di vetta.

S come Scorciatoia. Impossibili in montagna. La montagna non ti regala e non ti perdona nulla: niente imbrogli né inganni. Non è come la pianura, dove a volte fare i furbi conviene.

Z come Zuppa. Un buon discorso deve essere come la zuppa di montagna. Essere fatto con parole semplici. Essere gustoso. Essere servito solo quando è necessario. Essere offerto a più di una persona. Contenere ingredienti genuini. Rivelare armonia tra i diversi sapori. Essere fatto in casa, Avere lo scopo di fare del bene. Affascinare. Mostrare più colori. Saper scaldare il cuore. Ridare forza. Arricchire lo spirito. Placare la fame. Rasserenare gli animi. Essere in giusta quantità: né troppo, ne troppo poco. Essere autentico, senza segreti.

Un libro per vagabondare con la mente e con il cuore verso i luoghi e le suggestioni che legano i “montanari” a queste terre tanto ostili quanto meravigliose.

Ispirata dalle parole di Matteo e Mauro, ho pensato anche io al mio personale Sillabario alpino. Lo pubblicherò pian piano, mi piacerebbe integrarlo nel tempo. Dei post estemporanei e lenti come il passo in salita.



Il passo del vento by Mauro Corona & Matteo Righetto

Il passo del vento by Mauro Corona and Matteo Righetto

I’m always fascinated by the way in which books reach us when we need them to. It’s almost as if an invisible string tied them to us, to help us grow. Sometimes, we promptly catch those strings with both hands, while others, they appear in our life as if placed by fate.

This is what happened with the Italian book Ihttps://www.amazon.it/passo-del-vento-Sillabario-alpino-ebook/dp/B07W7WKN5Cl passo del vento, Sillabario alpino (The wind’s step, Alpine Syllabary), written by authors Mauro Corona and Matteo Righetto. My mom is possibly one of the few people left who still takes her books from the library. Il passo del vento was one of her loans.

According to the encyclopedia, the syllabary is the first book that a child receives to learn to read. It is so-called because it is based on the didactic assumption that it is necessary to start from the syllable to form the word.

This book, which is subtitled an alpine syllabary, aims to divide the experiences one can do at the mountains so that people can learn to read alpine nature.

Each letter of the alphabet evokes words, sounds, smells, memories, stories. From the A of Abete (fir) and ends with the Z of Zuppa (soup). Through these words, mountains unfold before and virgin eyes of those who have never experienced such emotions.
Those who hang out a lot in the mountains, find in the syllabary the same feelings that accompany every moment passed between the sky and the bare rock. Each poetic detail is a reference to personal experiences, memories, victories and defeats, moments of joy and fear. A book that encourages you to wander and rediscover yourself.

Mauro Corona

Italian author and alpinist Mauro Corona has been present in my library for a long time. I know his style and his words. Over time, my relationship with him has changed. I remember the first time I read his “Il volo della Martora” (The flight of the Marten). I was dazed, intrigued, and at the same time detached from that rustic and rural world he described. I looked at the mountains from afar, looking out from the balcony of my apartment in Udine, Friuli-Venezia Giulia. Over time, the boundary between ma and Mauro thinned, my thoughts first flanked his and then almost entirely matched.

It is the first time that I have the pleasure of reading Matteo Righetto. I must admit, however, that it is with him that I found myself sharing most of the feelings.
His are the words of the syllabary that most often come to mind when I am in the mountains.

Matteo Righetto

B like Bosco (woods) because the forest is the cure for all evil. A place of emotional intimacy and meditative recollection.

F for Fatigue. The antechamber of self-esteem and dignity.

L for Libro (Book). There are books that cannot be bought. To read them you have to conquer them with sweat and effort. They are the top books.

S for Shortcut. Shortcuts are impossible in the mountains. The mountain does not forgive cheating or deceit.

Z for Zuppa (Soup). A good speech should be like mountain soup. Be done with simple words. Be tasty. Only be served when necessary. Be offered to more than one person. Contain genuine ingredients. Revealing harmony between different flavors. To be homemade. To have the purpose of doing good. Fascinating. Show more colors. Knowing how to warm the heart. Restore strength. Enrich the spirit. Appease hunger. Reassure minds. To be in the right quantity: neither too much nor too little. Be authentic, without secrets.

Il passo del vento is a book to wander with the mind and heart towards the places and suggestions that bind the “mountain people” to these hostile and marvelous lands.

If you’re learning Italian and you love the mountains this book is perfect for you.

Inspired by the words of Matteo and Mauro, I also thought of my personal Alpine Syllabary. I will publish it slowly and integrate it over time. Post extemporaneous and slow as the step uphill.

2 pensieri riguardo “Il passo del vento by Mauro Corona & Matteo Righetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close