Hiking in Italy: Sunset on Monte Joanaz, Friuli-Venezia Giulia

Scorri per la versione italiana

When talking about hikes, people usually refer to the ideal time of the year. But what if a hike is not perfect for a season but for a specific part of the day?
That’s the case with this hike on Monte Joanaz, Faedis (UD), Friuli-Venezia Giulia, Italy. The best time to visit Monte Joanaz is not in spring or autumn but every day around sunset.

Monte Joanaz is a high ground in the eastern part of Friuli-Venezia Giulia. Located near the town of Faedis you can reach the parking space following directions toward the hamlet of Canebola. More specifically the starting point of our hike is Bocchetta Sant’Antonio.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

Once parked, we’re greeted by a little church that recalls a tragic event that happened in the course of WW1 during the Caporetto’s retreat. In this place, an Italian soldier defended the position to the bitter end to slow down the advance of the Austro-Hungarian troops.
From the church, the view is breath-taking already. From there you can admire the entire plain of Friuli-Venezia Giulia. You can even spot the lagoon of Grado shimmering in the distance.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy
Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

We have almost 400 meters of elevation gain in front of us. The CAI trail sign nr. 765 says it will take us one hour and twenty minutes to reach the top.
The trail is well visible on the fields behind the church, which gently follow the hills’ shape. We walk over a metal covering which is the roof of an old war bunker. We’ll meet many war relics and as we steadily head towards the woods, we can already spot the fields on top of Mount Joanaz.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy


The slope of the ground is steady and trees’ roots have intertwined so much that it feels like climbing steps rather than a mountain trail. The path is wide and has no criticality.
Truth to be said, I find it a bit boring. Maybe it’s the late winter environment and the arid grass but oftentimes I had to remind myself that I was there for the view and not the trail. Fortunately, that was easy to remember by turning around and admiring the landscape.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

We eventually dive into the thick of the woods only to exit a few meters later into a small clearing where we spot other remainings of the war. By then, we’re almost on top. The trail ends in a carriageway that leads to the open fields we admired from the starting point.

That’s where the show begins. As we proceed on the carriageway our sight embraces Friuli-Venezia Giulia and part of Slovenia. We spot Mount Kanin, Mount Matajur, Mount Nero (Krn) on one side, Cividale, and the seaside on the other.
It’s hard to decide where to pause and take pictures. With a sight like that though, we’re aware that the best is yet to come.

Stefano already visited Mount Joanaz and he conducts me towards the top. Unlike most peaks, where the top is usually out in the clear, Mount Joanaz’s is in the thick of the wood. We walk onwards until we reach a snow-covered clearing where a minacious sign tells us that we’re on military grounds. We attempt to climb the last few meters, but the trail’s trace is lost in the bushes, so we head back and aim for the perfect sunset.
We don’t wait too long. By the time we’re back to the fields the air is already peach-colored. We stare at the plain for a while then turn towards mountains. Stefano doesn’t know where to turn with his camera. Each minute the sky and the air paint a different shade of orange and pink.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

We tighten our jackets and breathe in the humid air. When the sun is inches away from the horizon we quickly head back to the car. The soft ground of the trail is perfect to slightly run down the slope and in 20 minutes we’re back to the little church which marked our starting point.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

This hike on Monte Joanaz is perfect if you’re staying in Cividale, the famous medieval hamlet of Friuli-Venezia Giulia. It offers a good alternative to the most famous Monte Matajur and is the perfect location to enjoy a magical sunset with your family. Children included.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

If you want to take it even more easily, you can drive 3km further up to Madonnina del Domm, a military area nearby. If you park there, you can take directly the carriageway to the top and drop the elevation gain to less than 300 meters.

Monte Joanaz Overview

Monte Joanaz is optimal also for a spring picnic. I would highly recommend you not to do this hike in the summer during the day as it may get very hot. In case of snowfall, winter is also recommended but without snow, you may find the trail a bit sad.

Where is your favorite sunset hike?

Useful links and info:

How to reach Monte Joanaz: From Udine follow directions towards Cividale del Friuli, Faedis and Canebola.

About this hike:
Start & Parking: Bocchetta Sant’Antonio
Arrival: Bocchetta Sant’Antonio
Difficulty: Easy
Distance: 7 km
Elevantion Gain: 400 meters
Time: 2 hours

Where to eat:
Chiosco al Ponte


Follow me on Instagram:


Camminate in Friuli-Venezia Giulia: escursione al tramonto sul Monte Joanaz

Quando si parla di escursioni, di solito si parla del periodo dell’anno giusto in cui farle. Ma cosa succede se un’escursione non è perfetta per una stagione ma per un momento specifico della giornata?
È il caso di questa camminata sul Monte Joanaz, Faedis (UD), Friuli-Venezia Giulia. Il periodo migliore per visitare il Monte Joanaz non è la primavera o l’autunno ma tutti i giorni dell’anno al tramonto.

Il Monte Joanaz è un’altura nella parte orientale del Friuli-Venezia Giulia. Situato nei pressi del paese di Faedis è possibile raggiungere il parcheggio seguendo le indicazioni per la frazione di Canebola. Il punto di partenza della nostra escursione sarà più precisamente Bocchetta Sant’Antonio.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

Una volta parcheggiato, veniamo accolti da una chiesetta che rievoca un tragico evento accaduto nel corso della Prima Guerra Mondiale durante la ritirata di Caporetto. In questo luogo infatti un soldato italiano difese ad oltranza la posizione per rallentare l’avanzata delle truppe austro-ungariche.
Dalla chiesa la vista è già da mozzare il fiato. Da qui si può ammirare l’intera pianura del Friuli-Venezia Giulia e scorgere persino la laguna di Grado che luccica in lontananza.

La Cima del Monte Jonaz dalla partenza
Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy
Il segnavia CAI


Abbiamo quasi 400 metri di dislivello davanti a noi. Il segnavia CAI nr. 765 dice che impiegheremo un’ora e venti minuti per raggiungere la cima. Io e Stefano saliamo circa 400 metri all’ora quindi intuiamo che ci metteremo un po’ meno.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

Il sentiero è ben visibile sui campi dietro la chiesa, che seguono dolcemente la conformazione delle colline. Camminiamo subito su una copertura metallica che è il tetto di un vecchio bunker di guerra. Incontreremo altri cimeli di guerra e mentre ci dirigiamo rapidi verso i boschi, possiamo già individuare i prati in cima al Monte Joanaz.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

La pendenza del terreno è costante e le radici degli alberi si sono intrecciate così tanto da sembrare di salire dei gradini piuttosto che un sentiero di montagna. Il percorso è ampio e non ha criticità.
A essere onesta, ho trovato il sentiero un po’ noioso. Forse è l’ambiente di fine inverno e l’erba arida ma spesso ho dovuto ricordare a me stessa che ero lì per la vista e non per il sentiero in senso stretto.
Alla fine, ci immergiamo nel folto del bosco solo per uscire pochi metri dopo in una piccola radura dove avvistiamo altri resti della guerra. A quel punto, siamo quasi in cima. Il sentiero termina in una strada militare che porta nei prati aperti che abbiamo ammirato dal punto di partenza.

È da qui che inizia lo spettacolo. Proseguendo sulla strada il nostro sguardo abbraccia il Friuli-Venezia Giulia e parte della Slovenia. Vediamo il Monte Canin, il Monte Matajur, il Monte Nero (Krn) da un lato, Cividale del Friuli e il mare dall’altro.
È difficile decidere dove fermarsi e scattare foto. Con uno spettacolo del genere, però, siamo consapevoli che il meglio deve ancora venire.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

Stefano ha già visitato il Monte Joanaz e mi conduce verso la cima. A differenza della maggior parte delle vette, dove la cima è all’aperto, quella Monte Joanaz si trova nel folto del bosco. Proseguiamo fino a raggiungere uno spiazzo innevato dove un cartello ci informa che siamo su terreno militare. Tentiamo di salire gli ultimi metri, ma la traccia del sentiero si perde tra i cespugli, quindi torniamo indietro e puntiamo al tramonto perfetto.

Non aspettiamo troppo a lungo. Quando torniamo sui prati l’aria è già color pesca. Fissiamo per un po’ la pianura poi ci voltiamo verso le montagne. Stefano non sa da che parte rivolgersi con la sua macchina fotografica. Ogni minuto il cielo e l’aria si dipingono di una diversa tonalità di arancione e rosa.
Ci stringiamo le giacche e respiriamo l’aria umida. Quando il sole è a pochi centimetri dall’orizzonte, torniamo rapidamente alla macchina. Il fondo soffice del sentiero è perfetto per correre leggermente lungo il pendio e in 20 minuti siamo di nuovo alla chiesetta che ha sancito il nostro punto di partenza.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

Questa escursione sul Monte Joanaz è perfetta se soggiorni a Cividale, il famoso borgo medievale del Friuli-Venezia Giulia. Offre una buona alternativa al più famoso Monte Matajur ed è il luogo perfetto per godersi un magico tramonto con la propria famiglia. Bambini inclusi.

Monte Joanaz Friuli-Venezia Giulia Italy

Se vuoi rendere la camminata ancora più facile, puoi guidare per altri 3 km oltre Bocchetta Sant’Antonio fino a Madonnina del Domm, una zona militare nelle vicinanze. Se parcheggi lì, puoi prendere direttamente la strada fino in cima e abbassare il dislivello complessivo a meno di 300 metri. Questa strada può essere usata anche per dare forma ad un’escursione ad anello.

Monte Joanaz Overview

Il Monte Joanaz è ottimale anche per un picnic primaverile.
Ti consiglio vivamente di non fare questa escursione in estate durante il giorno poiché il percorso è in battuta di sole e potrebbe fare molto caldo (qui puoi vedere com’è). In caso di un inverno nevoso come quello appena trascorso, anche questa stagione è consigliata. In un inverno ma senza neve tuttavia, potresti trovare il sentiero un po’ triste e lugubre. Come detto all’inizio, il Monte Joanaz è perfetto per vivere un tramonto magico che abbraccia l’intero Friuli-Venezia Giulia.

Qual è la tua escursione al tramonto preferita?

Link e informazioni utili:

Come raggiungere il Monte Joanaz: Da Udine seguire le indicazioni per Cividale del Friuli, Faedis e infine Canebola.

Su questa escursione:
Partenza e Parcheggio: Bocchetta Sant’Antonio
Arrivo: Bocchetta Sant’Antonio
Difficoltà: Facile
Distanza: 7 km
Dislivello: 400 metri
Tempo: 2 ore (senza contare la permanenza in cima)

Dove mangiare:
Chiosco al Ponte

Un pensiero riguardo “Hiking in Italy: Sunset on Monte Joanaz, Friuli-Venezia Giulia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close