Friuli-Venezia Giulia

To explain where Friuli-Venezia Giulia is, we never mention Italy. We use two coordinates: two hours from Venice and near Austria and Slovenia.

Italian writer Ippolito Nievo defined Friuli Venezia Giulia as “The little synopsis of the Universe” and that is enough to explain the number of things that you can see and do in this almost unknown part of Italy.

Mountain Huts in Val Bartolo, Friuli-Venezia Giulia, Italy

Yet most people from the rest of Italy can’t even pronounce Friuli in the correct way (it’s Friûli, not Frìuli). Probably because Friuli-Venezia Giulia is hard to define. My region is a patchwork of people, languages, food, and environments that stretch way beyond Italy.

The biggest area, Friuli, takes its name from “Forum Iulii”, aka the city of Julius Caesar, aka the modern Cividale. It corresponds to the modern province of Udine, comprised between the Tagliamento and the Isonzo rivers, and comprehends the beaches of Lignano, the city of Udine, the hills of San Daniele (best prosciutto in the world), and the mountains of Carnia.

To the east of Friuli is the Venezia Giulia with the city of Trieste, which still maintains the fascination of the Habsburg empire and coast similar to Croatia.
All around are the sweet hills of Collio which are home to some of the best wines in the world. The lovely Grado still owns the romantic aspect of a fishermen’s hamlet. The culture-packed Pordenone with one of the most interesting book fairs in Italy. The city of Tarvisio, up in the most eastern corner of the region and Italy itself, which lives shoulder to shoulder with Austria and Slovenia. 


I could go on forever but it’s way simpler if you follow me around.

For many years, when I was a teenager, I would have given everything to escape this place but now I wouldn’t live anywhere else.
I like waking up in the morning and decide there and then where to go sea, hills, mountains, a foreign nation, or even… Venice.
I like traditions blending with modernity and history that is still part of the landscape.
I hope that through my words you’ll be able to enjoy it as well and that maybe you’ll visit Friuli Venezia Giulia one day, or that you’ll discover something new.

Una sosta dalla camminata autunnale lungo il sentiero Sant'ilario

If you have questions or if you’d like personalized tips & tricks write to thewritermountainhut@gmail.com

Useful readings

Buy HERE the Guide in Italian

Follow me on Instagram:


Friuli-Venezia Giulia

Per spiegare dove si trova il Friuli-Venezia Giulia di solito si usano due coordinate: a due ore da Venezia e vicino ad Austria e Slovenia.

Di sicuro, il Friuli-Venezia Giulia ha la fama di essere al tempo stesso una porta verso l’Italia e una via d’uscita verso il resto d’Europa e l’oriente.

Potresti pensare che il Friuli-Venezia Giulia non abbia una vera e propria identità, ma il problema con il Friuli-Venezia Giulia è proprio l’opposto. Di identità ce ne sono quasi troppe.

Ma non ti preoccupare, cercherò di spiegarle in questo blog.
Lo scrittore italiano Ippolito Nievo definì il Friuli-Venezia Giulia “piccolo compendio dell’universo” e questa frase è abbastanza per spiegare il numero di cose che si possono vedere e fare in questa terra, quasi sconosciuta quanto meravigliosa.
Il Friuli-Venezia Giulia è un patchwork di persone, lingue, cibi e ambienti. Tant’è che per nominarlo si è dovuti ricorrere ad un accrocco di nomi, che a malapena lo riescono a definire.

La zona più grande, il Friuli, prende il nome da Forum Iulii, ovvero la città di Giulio Cesare, la moderna Cividale. A spanne corrisponde all’attuale provincia di Udine, che, abbracciata dai fiumi Tagliamento e Isonzo, comprende le spiagge di Lignano, la città di Udine, le colline di San Daniele (sì, quelle del miglior prosciutto del mondo) e le montagne della Carnia.

Ad est del Friuli c’è la Venezia Giulia con la città di Trieste che mantiene tuttora il fascino (e il cibo) dell’impero asburgico e vanta coste simili a quelle della Croazia.

Tutt’attorno poi ci sono le colline del Collio che sono casa per alcuni dei migliori vini al mondo. L’adorabile Grado che possiede ancora il romantico aspetto di un villaggio di pescatori. La culturale Pordenone con una delle fiere del libro più interessanti d’Italia. La città di Tarvisio, nell’angolo orientale più estremo della regione e della stessa Italia, che vive spalla a spalla con Austria e Slovenia.

Potrei continuare per sempre ma è molto più semplice se mi segui in giro.

Per molti anni, quando ero un’adolescente, avrei dato qualsiasi cosa per scappare da qui, ma ora non riesco ad immaginarmi da nessuna altra parte.
Mi piace svegliarmi al mattino e decidere dove andare, se al mare, in collina, in montagna, all’estero o persino a Venezia… il tutto facendo pochissima strada in auto o a piedi.

Mi piace vivere qui perché la tradizione si mescola con la modernità e la storia. Che sia un mosaico romano, un castello medioevale o una trincea della Prima Guerra Mondiale, il passato fa ancora parte del paesaggio.
Spero che attraverso le mie parole ti innamorerai della mia terra e che magari ti venga voglia di visitarla un giorno o, se la conosci già, che scoprirai qualcosa di nuovo.

Se hai domande o vorresti dei consigli personalizzati scrivi a: thewritermountainhut@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close